Chirurgia guidata Straumann e Implantologia

Implantologia e Chirurgia guidata Straumann

Implantologia e Chirurgia guidata Straumann
Presso lo studio dentistico del Dott. Carlo Silvestri si mettono a disposizione tecniche chirurgiche di implantologia - l'implantologia è una soluzione spesso ottimale per il migliore ripristino delle funzioni masticatorie ed estetiche nel caso di perdita dei denti (parziale o totale). La Straumann, marchio che offre soluzioni implantari, restaurative e rigenerative in odontoiatria, è la sola casa implantare a consentire, grazie alla superficie di rivestimento dei suoi impianti SLActive, una guarigione veloce, in sole due settimane (per quel che riguarda l’arcata inferiore). Inoltre, offre una invasività molto minore: infatti non è più necessario aprire le gengive per inserire gli impianti Straumann (evitando il sanguinamento ed i vari disagi della fase post-operatoria).

L’intervento previsto dalle metodiche Straumann è progettato al computer, con uno specifico software 3D, dopo un'accurata esecuzione di una Dentascan (TAC delle ossa mascellari), con l'impiego di una mascherina radiologica che sarà successivamente trasformata in mascherina chirurgica: questa mascherina guiderà l'inserimento dell’impianto dentale in modo preciso e sicuro.

Con le soluzioni di implantologia Straumann gli impianti possono essere pianificati e posizionati per tutte le necessità, sia in caso di elementi dentali singoli come in caso di edentulia totale. Nei casi in cui la densità dell’osso lo consenta, è possibile proporre il carico immediato, quindi un impianto provvisorio fisso da posizionare subito dopo l’esecuzione dell’intervento (con il carico immediato il paziente, nell’arco di 2-3 ore, può riavere i suoi denti...).

La Straumann Dental lmplant System dispone inoltre di una nuovissima lega Titanio–Zirconia (un materiale assolutamente innovativo che è stato chiamato Roxolid®) che permette una grande affidabilità, grazie alle sue caratteristiche di resistenza, nel trattamento con impianti di piccolo diametro. L’impiego di impianti di diametro inferiore consente di sottrarsi alle manovre di rigenerazione ossea nel caso di creste sottili (manovre che hanno comunque una loro complessità).